Contatti

Jimmy%20kets%20 %20the%20graves%20are%20nice%20this%20time%20of%20year

Le tombe sono belle in questo periodo dell’anno

Mostra del fotografo belga Jimmy Kets.

Il progetto fotografico dal titolo Le tombe sono belle in questo periodo dell'anno mostra sotto una luce diversa le forme consuete e tradizionali della commemorazione e della memoria, portando in superficie elementi dimenticati e introducendo nuove osservazioni.

"Ritrai il paesaggio della commemorazione della prima guerra mondiale nelle Fiandre e allo stesso tempo allargalo, offrendone una visione critica". Questo è stato il compito assegnato al fotografo Jimmy Kets dall’Istituto fiammingo per la pace, dal Parlamento fiammingo e dal Consiglio della Commissione della comunità fiamminga in occasione del centenario del primo conflitto mondiale.
Tutti possono ricordare un certo numero di monumenti o luoghi iconici della prima guerra mondiale nelle Fiandre, anche se l'intero paese è in realtà disseminato di tracce della guerra o della sua commemorazione e della sua memoria. Tracce grandi e piccole, suggestive o dimenticate, troppo esposte o del tutto trascurate. Il paesaggio della memoria è ugualmente sfaccettato: si va dalle cerimonie a eventi di segno politico, dal lutto personale a varie rievocazioni. Tutto ciò offre una visione veritiera e imprescindibile dei diversi modi, a volte contraddittori, dei quali ci si serve oggi per commemorare e ricordare.

Situazioni simili si possono individuare anche nel Goriziano. In tutto il territorio e su entrambi i versanti del confine italo-sloveno si trovano monumenti, cimiteri, resti di trincee e altre testimonianze della prima guerra mondiale. Per questo motivo si è deciso di ospitare la mostra itinerante del fotografo belga Jimmy Kets al Goriški muzej. Le Fiandre e il Goriziano, due territori così diversi e distanti, sono legati da storie comuni, passate e presenti.

Il progetto fotografico dal titolo Le tombe sono belle in questo periodo dell'anno mostra sotto una luce diversa le forme consuete e tradizionali della commemorazione e della memoria, portando in superficie elementi dimenticati e introducendo nuove osservazioni. Le fotografie stimolano la riflessione sulla commemorazione e sul ricordo della prima guerra mondiale e allo stesso tempo rendono vivo questo ricordo. In altre parole, la mostra offre una visione alternativa, innovativa e dinamica della commemorazione della grande guerra.

Reporter fotografico per i giornali De Standaard e De Morgen, Jimmy Kets (1979) è conosciuto anche per i suoi lavori personali come i cicli Brightside, Hotel Kets e Niet Miss. Con questa mostra, realizzata in occasione del centenario della prima guerra mondiale, Kets compie un passo ulteriore nello sviluppo del proprio lavoro.

Luogo: Kromberk Castle

Dal: 3 dic 2018
Al: 24 mar 2019

A cura di:
Jimmy Kets